Definisci la tua autostima, non il tuo conto in banca

Ultima versione del: 30-01-2015

Normalmente tendiamo a vedere le nostre entrate ed uscite economiche come un problema, tanto da farlo arrivare al di sopra di tutto, della nostra salute, e fino di noi stessi.

Molto spesso la gente si lamenta. Si sente ovunque parlare della crisi economica, un esempio sono i padri di famiglia, che si ritengono in parte responsabili, poiché devono portare il pane a casa per i propri figli.

In questo modo, arriviamo a diventare molto vulnerabili verso l’esterno, quando manca il contante, e questo porta a renderci vulnerabili anche in termini di salute e rapporti personali.

Autostima - I

Autostima – I <3 Me – (fonte in basso)

Vi sono però dei punti su cui bisogna riflettere:

  • I soldi NON sono direttamente collegati alla ricchezza.
    Esatto, come dice anche il grande Timothy Ferriss nel suo libro più venduto (4 ore alla settimana), la libertà è la nostra più grande ricchezza.
    Ma oltra la libertà io aggiungerei sopratutto la conoscenza personale, la cultura è la vera ricchezza. Basta anche solo leggere un libro alla settimana, e i soldi non per forza servono, poiché non è detto che devono essere acquistati. Esistono libri usati a poco prezzo, al mercato li trovo anche a 50 centesimi, ma esiste un’infinità di materiale digitale online gratuito!
  • Elencate i vostri beni personali.
    No, non mi riferisco solo a ciò che possedete fisicamente, quindi non solo conti in banca, case, macchine. Ma alle vostre conoscenze.
    Stilate una lista, guardate cosa potete ancora migliorare di voi stessi, e provate a pensare cosa poter apprendere per migliorarvi ancora di più.
  • Date un valore alle azioni che compiete.
    Dopo vari sforzi dovrai pur ricompensarti, se completi degli obiettivi importanti, ripagati in qualche modo.
    Per esempio hai deciso di apprendere una nuova lingua straniera in un mese?
    Bene, dopo aver studiato almeno le basi, o avendo la certezza di poter affrontare un minimo di discorso, ripagati con un viaggio in un posto che ami, dopo si parli quella lingua, e confronta te stesso.
    Devi rendere utile ciò che fai, almeno per te stesso, e questo è uno dei tanti esempi.
  • Cerca di capire cosa realmente vuoi dalla vita.
    Ne parlerò in altri articoli più avanti, però potresti iniziare a pensare, e a chiederti chi sei ora, e cosa vuoi diventare in futuro.
    Ricordati che nulla è impossibile, magari vuoi cambiare lavoro, bene inizia a pensare quale lavoro potrebbe soddisfarti, e inizia ad apprendere i vari concetti base e capire come andrà svolto.
    Magari vuoi trasferti e cambiare stile di vita, bene inizia a pensare ad un luogo, apprendi qualcosa sulla cultura e la lingua di quel posto, fai un giro su internet, capisci come devi muoverti, cerca consigli su come iniziare, e solo quando sarai pronto, parti!

Ti consiglio di leggere anche i 13 punti sul pensiero positivo e l’articolo sul pensiero negativo.

Fonte immagine: Fabiana – Flickr

© 2011 – 2019 DERIU
Deriu WebSite by Deriu Gianmario.
All rights reserved.

Gianmario Deriu
P.IVA IT11319280019

shares