Organizzare il lavoro da Freelance

Ultima versione del: 02-03-2016

Scopri come gestire al meglio il tuo lavoro da Freelance

Oggi parleremo di come organizzare al meglio il poco tempo disponibile per un Freelance, soprattutto se si ritrova sommerso dai mille impegni della vita.
Vi sono 3 principali fasi da seguire, la preparazione, l’organizzazione e l’azione! Nel dettaglio spiegherò in cosa consiste ogni singola fase, come operare, e il tutto correlato da dei consigli e del materiale gratuito.

Scrivania Freelance

Prima fase: la Preparazione

Tutte le fasi sono importanti, ma questa è la principale, poiché tutto dipenderà da qua. Bisogno organizzare al meglio il lavoro, l’elemento più utile per questo scopo è l’uso di un calendario, sia esso cartaceo che digitale.
La cosa migliore sarebbe avere due tipi di calendario, uno generale e mensile, dove vengono annotati tutti i vari impegni, e poi uno per ogni settimana, dove nei vari giorni si inseriranno i dettagli dei singoli compiti da svolgere.
Non esagerate troppo con il caricarvi di compiti, e lasciate delle ore libere ogni giorno e almeno 2 giorni liberi la settimana per le emergenze.
Un altro strumento sempre utilissimo per questa fase è il Cloud, un sistema per memorizzare i nostri documenti online e renderli disponibili ovunque, al costo di avere una connessione internet.
Preparate tutto il materiale che può esservi utile, anche utilizzando strumenti online se lavorate nel web, come ad esempio Evernote. Ora si può passere alla fase successiva.

Scrivania Freelance Calendario e Caffè

Seconda fase: l’Organizzazione

Una volta che abbiamo raccolto tutto ciò che ci serve, è giunto il momento di catalogare e organizzare il materiale. Qui ci riportiamo a ciò detto prima, ovvero a un sistema di Cloud, o software simili.
Tra i più utilizzati e conosciuti vi è Google Drive, che integra un’infinità di applicazioni, tutte marchiate casa Google e non solo. Qui possiamo sistemare il tutto dentro varie cartelle, e lavorare direttamente online.
Anche il calendario può essere inserito qua, in maniera da averlo sempre a portata di mano.
Ogni settimana riverificate che tutti i compiti siano stati svolti in maniera corretta, e prima del termine di ogni mese utilizzate il tempo libero per organizzare il mese successivo e le rispettive settimane.
Cercate di non tralasciare mai nulla in arretrato, inizialmente può risultare difficile, ma con il tempo si impara ad organizzare alla perfezione la propria giornata, settimana e così via.

Lavorare da casa - Freelance at Home

Terza fase: l’Azione

Una volta che tutto è stato preparato e organizzato, non resta che agire! Questa è l’ultima fase, dove si dovranno svolgere tutte le attività catalogate e schedulate (non farlo sarà tutto tempo perso per il lavoro effettuato precedentemente, e noi non vogliamo perdere tempo, vero? :).
Può capitare, soprattutto inizialmente di procrastinare (scopri come non procrastinare) o non riuscire a completare tutte le attività segnate. Non preoccupatevi, ma non fatela diventare un’abitudine (scopri le abitudini per avere successo). Se tutto è stato effettuato a dovere, alla fine abbiamo 2 giorni settimanali per recuperare il lavoro arretrato.
Un consiglio molto importante è di non lasciare mai a domani, il lavoro che può essere effettuato subito, in modo da non rincorrerci contro, ed evitare di accumulare molto stress.

Se poi proprio il tempo non ti basta, scopri come dormire poco ed essere produttivo per essere un ottimo Freelance!

© 2011 – 2019 DERIU
Deriu WebSite by Deriu Gianmario.
All rights reserved.

Gianmario Deriu
P.IVA IT11319280019

shares