Parola: Omofobia

Ultima versione del: 15-11-2012

Cos’è l’omofobia?

Innanzitutto partiamo dalla composizione della parola. Omofobia deriva dal greco homos (stesso) + fobos (paura), ovvero “paura dello stesso”.

Teoricamente la parola sta a significare che si ha paura della propria razza, ma erroneamente viene usata la prima parte della parola, “omo” come omosessuale, da qui ne deriva il significato più usato “paura degli omosessuali” riferito al loro comportamento sessista di alcuni individui.

Ma oltre la definizione “discriminatoria”, wikipedia offre altre due definizioni.
Una “pregiudiziale” dove vengono dati appunto dei (pre)giudizi nei confronti dell’omosessualità.

Ed infine un significato “psicopatologico”, dove viene considerata l’omofobia una vera e propria fobia.

Riepilogando, l’omofobia è considerata una vera e propria paura (fobia) irrazionale! Non è presente come patologia poiché non è riconosciuta in nessun manuale di diagnostica psicologica.
Non è una paura legata a credi religiosi, politici o culturali, ma semplicemente legati ai singoli individui che vengono considerati diversi.
Note: “Si ringrazia wikipedia per alcuni spunti”.

© 2011 – 2019 DERIU
Deriu WebSite by Deriu Gianmario.
All rights reserved.

Gianmario Deriu
P.IVA IT11319280019

shares